Il valore di un Diamante: le quattro c


Chiunque cerchi di capire il valore di un Diamante in internet si imbatte per forza sulle 4C
Vi sono circa dieci milioni di combinazioni possibili per definire il valore esatto di una Pietra, i quattro parametri principali sono le 4C, ovvero Caratura (Carat), Colore (Color), Purezza (Clarity) e Taglio (Cut)

Caratura: non è nient’altro che il peso della pietra. Deriva dal nome arabo qīrāṭ (Karat), il seme della carruba, che ha la peculiarità di avere sempre lo stesso peso e dimensione, 0,20 grammi, quindi un Diamante da 5 Carati peserà un grammo.

Colore: Il Diamante è l’unico cristallo prezioso in cui l’assenza di colore ne determina un aumento di valore. La scala va da D, bianco eccezionale a Z, Fancy. La colorazione più frequente è gialla, data da impurità di azoto, ma si possono trovare anche di colore azzurro o rosa. Adamantis sceglie per i suoi Clienti pietre di colorazione da D ad H

Purezza: Il Diamante completamente puro non esiste, se continuiamo ad ingrandire le focali di osservazione prima o poi qualche inclusione o fessura la notiamo, per default si definisce che se in una Pietra ingrandita dieci volte non si vede nulla, il Diamante è puro. La scala della purezza va da IF (internally flawless) a I3 con inclusioni di notevoli dimensioni, per quanto ci riguarda utilizziamo da IF a VS ovvero piccolissime inclusioni difficili da vedere a 10X.

Taglio: se le prime tre caratteristiche vengono assegnate dalla natura, la qualità del taglio viene assegnata dalla mano umana, sempre più coadiuvata da programmi di calcolo ed attrezzature meccaniche ad alta precisione. Per taglio non si intende la forma data alla Pietra, ma l’accuratezza e la simmetria della forma data. Generalmente i nostri Clienti gradiscono un taglio Excellent o Very Good

Certificati Internazionali

Adamantis opera con i maggiori Istituti Gemmologici riconosciuti ed accreditati a livello mondiale, IGI (’International Gemological Institute), GIA (Gemological Institute of America) e HRD (l’Hoge RaadVoor Diamant). GIA ha sede a New York (USA) mentre IGI e HRD hanno sede ad Anversa (Belgio). Questi Istituti hanno il compito di stimare il Diamante attribuendogli caratteristiche in base a scale prefissate a livello internazionale, inoltre verificano l’eticità della Pietra, dichiarando che essa proviene da paesi in cui non si sfrutta il lavoro minorile, non sovvenzionano ne sono coinvolti in eventi bellici e terroristici, rispettando così le risoluzioni ONU, che vengono di volta in volta applicate ai paesi estrattori di Diamanti che non si attengono al Kimberly Process Certification Scheme. Tali certificati sono un documento identificativo per il Diamante e riconosciuti da Istituti di Credito e Bancari in tutto il pianeta.